COME UN CANDELABRO -parte 1-

“Farai anche un candelabro d’oro puro; il candelabro, il suo piede e il suo tronco saranno lavorati al martello; i suoi calici, i suoi pomi e i suoi fiori saranno tutti di un pezzo col candelabro. Dai lati gli usciranno sei bracci: tre bracci del candelabro da un lato e tre bracci del candelabro dall’altro. Sul primo braccio saranno tre calici in forma di mandorla, con un pomo e un fiore; e sul secondo braccio, tre calici a forma di mandorla, con un pomo e un fiore. Lo stesso per i sei bracci uscenti dal candelabro. Nel tronco del candelabro ci saranno poi quattro calici a forma di mandorla, con i loro pomi e i loro fiori. Ci sarà un pomo sotto i due primi bracci che partono dal candelabro; un pomo sotto i due bracci seguenti, e un pomo sotto i due ultimi bracci che partono dal candelabro: così per i sei bracci uscenti dal candelabro. Questi pomi e questi bracci saranno tutti d’un pezzo col candelabro; il tutto sarà d’oro fino lavorato al martello. Farai pure le sue lampade, in numero di sette; le sue lampade si accenderanno in modo che la luce rischiari lo spazio davanti al candelabro. I suoi smoccolatoi e i suoi piattini saranno d’oro puro. Per fare il candelabro con tutti questi suoi utensili si impiegherà un talento d’oro puro. Vedi di fare ogni cosa secondo il modello che ti è stato mostrato sul monte.” (Esodo 25:31-40)

L’oro ci parla della regalità di Cristo; l’unico pezzo dell’integrità di Cristo; l’olio all’interno dell’opera di Cristo (cioè dell’espiazione e della risurrezione) compiuta mediante il suo amore e l’unzione dello Spirito Santo.

I bracci del candelabro sembrano le braccia di Gesù mentre dimostra il suo amore per noi allargando le sue braccia sulla croce.
La luce ci parla di Gesù come luce del mondo e luce che illumina ogni uomo. Alla croce quella luce sembrava spenta per sempre ma Gesù ha distrutto la morte, è risorto e ha prodotto vita e luce per tutti noi.

Un talento d’oro aveva allora un valore enorme, anche Gesù per noi è preziosissimo!
I frutti sul candelabro ci parlano di ogni credente che nasce di nuovo, ama il Signore e lo serve come frutto e risultato dell’opera di Gesù alla croce.

A Gesù tutta la gloria!

 

 

Commenti chiusi