Le giuste scelte

PERSONE ED ESPERIENZE APPROPRIATE NELLA VITA DI RUT, LE SUE GIUSTE SCELTE

Rut 2 

Rut era una donna straniera, nata a Moab: non potrà mai cambiare questo dato.

Ella fa la scelta appropriata di seguire Dio. Affetto grande, segue la suocera (Rut 1:16).

I. L’uomo giusto

Rut 2:1, Boaz è forte e valoroso (Giudici 6:12), coraggioso in battaglia.

V. 2: “dietro a colui”… Rut chiede alla suocera la grazia di seguire Boaz.

Tanti vogliono andare davanti, credono di non aver bisogno di grazia. Se il Padrone è buono e fedele alla legge di Mosè, ti lascerà prendere le spighe. Chi meglio di Gesù!

V. 20: “quest’uomo” può… non un altro… L’uomo si chiama Boaz.

Solo Gesù può salvare e liberare dalla misera condizione in cui siamo.

II. Il campo giusto

La spigolatrice prende l’iniziativa. “Devi andare a cercare le spighe nel campo buono” (2:3). Gli uomini del campo hanno fiducia nel Dio d’Israele (v.4).

C’è anche un servo di fiducia, il sorvegliante, che intercede per la straniera (v.5). Una figura interessante simile a quella del portinaio che apre la porta al pastore (Giovanni 10).

V. 11: “venire a un popolo”. 1 Corinzi 3:7-9 “Voi siete il campo di Dio”.

V. 8: “non andare a spigolare in un altro campo.” Qui c’è abbondanza (v.17-18).

III. Atteggiamento giusto

Rut spigolava  “dietro i mietitori” (v.3,6) e non davanti. Il versetto 9 è un consiglio chiaro del Signore.

Quando Gesù tornerà i Suoi saranno dietro di Lui. “Umiliatevi sotto la potente mano di Dio”… “tutti rivestitevi d’umiltà” (Apocalisse 19:14).

IV. Comunione giusta

V. 10: Ruth in ginocchio perché prostrati ai piedi del Signore riceviamo grandi benedizioni.

V. 11: “venire a un popolo che prima non conoscevi”. Il popolo di Dio che onora il proprio Signore e accoglie gli stranieri che desiderano farne parte.

V. 12: “al Signore”, sotto le Sue ali. La fede nel Signore ci fa essere protetti, al sicuro.

V. 13: la Parola arriva al cuore (come quando Gesù ci ha parlato la prima volta).

A Bethleem Naomi e Rut ritrovano il pane buono, il cibo buono.

V. 14 Rut è a tavola con i mietitori.

V. Il servizio giusto

V. 9 “quando avrai sete”… notiamo come i servi sono ubbidienti al padrone. Anche noi con Gesù.

V. 21 appare la richiesta di Boaz: “rimani”; restare fino alla mietitura dell’orzo (marzo/aprile) e del grano (giugno/luglio) fino alla conclusione. Serviamo il Signore fedelmente fino alla fine.

VI. Il premio giusto

V. 19: tanta grazia e accoglienza. In Rut 3:15 si parla di sei misure; in Rut 4:14 si parla di grazia e abbondanza.

VII. La testimonianza giusta

Quello che Rut riceve nel campo di Boaz lo condivide a casa sua. Anche noi condividiamo con i nostri familiari non credenti ciò che riceviamo nella comunità locale.

Simone Caporaletti

Commenti chiusi